logo
Ricoh premia i giovani artisti contemporanei Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Saccardi   
Giovedì 17 Febbraio 2011 17:44

Dal 16 al 27 febbraio 2011, allo Spazio Oberdan di Milano, a Porta Venezia, si possono ammirare le opere dei 21 artisti finalisti del ‘Premio Ricoh per giovani artisti contemporanei’: i giovani con le loro opere, dovevano interpretare i valori che stanno alla base della filosofia Ricoh, riassumibili nella formula: “Lo sforzo verso l'innovazione, che semplifica la vita e il lavoro, salvaguardando nel contempo la tutela dell’ambiente e in generale i principi della responsabilità sociale d’impresa”.

L’esposizione, realizzata con le opere selezionate dalla giuria tra le 500 sottoposte, è organizzata da Ricoh Italia (una società di caratura mondiale nei mercati dell'office automation, dell'information communication technology e della gestione documentale) e Art Relation. Ad essa ha dato il suo  patrocinio anche l’assessorato alle Politiche giovanili e alla Cultura della Provincia di Milano e del Comune di Vimodrone.
All’inaugurazione hanno presenziato  l’Assessore alle Politiche giovanili della Provincia, Cristina Stancari; l’Assessore alla Cultura e Vice Presidente Umberto Maerna; e Mirko Bianchi, former president di Ricoh Italia.
Alla fine dell’esposizione le opere saranno trasferite nella sala Affreschi della Provincia di Milano, dove il 2 marzo, alle ore 18.00, la Giuria – presieduta da Giacinto Di Pietrantonio, uno dei maggiori esperti italiani di arte contemporanea, curatore del Miart, e direttore della Gamec di Bergamo e composta da personaggi dell'arte, della comunicazione e del mondo aziendale – proclamerà il vincitore assoluto e i tre vincitori delle categorie in cui è articolato il premio: pittura/disegno/grafica; scultura/installazioni, e fotografia/digital art/video.  Al termine della premiazione le opere saranno battute in un’asta, il cui ricavato sarà in parte assegnato ai giovani artisti (con l'eccezione dei quattro vincitori, per i quali è previsto un premio acquisto da parte di Ricoh, che intende così dare vita a una collezione aziendale) e, per la parte maggiore, sarà devoluto ad un progetto di solidarietà, destinato “all'educazione ai media e alle nuove tecnologie per i giovani”, realizzato dalla Onlus Comunità Nuova di Don Gino Rigoldi.
“Abbiamo aderito senza esitazione al Premio Ricoh – sottolinea Maerna – un evento che coniuga la cultura d'impresa con la possibilità, concessa ai giovani artisti, di mettere a frutto il proprio talento. Per chi come noi punta a una cultura partecipata, condivisa, aperta ai giovani, il Premio Ricoh equivale ad un investimento sul futuro degli artisti, milanesi ma non solo. A tal fine mettiamo a disposizione Spazio Oberdan, una vetrina capace di dare una grande e prestigiosa visibilità alle opere che sono state selezionate. Il significato più profondo di iniziative come queste, per le giovani generazioni, è che i risultati e gli obiettivi si raggiungono con sacrificio, passione, impegno e dedizione".

 

 
JoomlaWatch Stats 1.2.7 by Matej Koval