logo
HP rinnova le workstation e lancia “l’all in one” Stampa E-mail
Scritto da Gaetano Di Blasio   
Venerdì 23 Marzo 2012 14:31

Giampiero Savorelli di HpInnovazione, design interno e prestazioni. Sono le caratteristiche principali su cui HP ha organizzato la nuova gamma di workstation Z, che viene ampliata in modo da coprire tutte le esigenze dei diversi mercati. «Abbiamo fatto tesoro dei feedback provenienti dai nostri clienti», dichiara Giampiero Savorelli, country Category manager di HP, che, sottolineando anche l’affidabilità dei nuovi modelli, aggiunge: «HP è leader in questo mercato, con quote superiori al 50% in Italia. Si tratta dell’unico segmento dei pc in crescita, in cui si registrano ancora alti margini di profittabilità».

Z1 è la novità di spicco, che porta la logica dell’all in one nel mondo delle workstation. «Come per tutta la gamma Z, anche Z1 è una macchina ingegnerizzata dall’interno», afferma Davide Rosignoli, workstation Categoty manager di HP, che sottolinea come la personalizzazione del sistema e il suo aggiornamento sia «molto semplice e per quasi tutto non richiede un cacciavite».

La Z1 è stata progettata pensando in primo luogo ai liberi professionisti, quali ingegneri, architetti, fotografi o video editor che utilizzano software grafici quali Autodesk o Adobe. Non per questo rinuncia alla potenza, ma certamente paga qualche limite sull’espandibilità del sistema rispetto al resto della gamma. La quale pure è stata rinnovata, con i modelli Z420, Z620 e Z820.

In sintesi, come spiegato da Rosignoli, la workstation HP Z420 è stata ideata «per rispondere alle esigenze grafiche e di elaborazione della gran parte dei clienti che si occupano di progettazione, architettura, applicazioni video e image editing», disponendo di fino a 8 core delle più recenti famiglie di processori Intel Xeon E5-1600 e E5-2600, fino a 64 GB di memoria ECC, fino a 11 TB per l’archiviazione ad alta velocità e del supporto per schede grafiche NVIDIA Quadro 5000 o doppia scheda grafica NVIDIA Quadro 2000.

La Z620 è invece indicata da HP come scelta ideale per quanti prediligono modelli dalle dimensioni ridotte e utilizzano applicazioni video, per l’animazione, architettura, CAD di fascia media e per i servizi finanziari. Aggiornato per garantire il supporto di processori a singolo e doppio socket, il modello HP Z620 supporta fino a 16 core, un massimo di 96 GB di memoria ECC, fino a 11 TB per l’archiviazione ad alta velocità e schede grafiche fino alla NVIDIA Quadro 6000 o doppia scheda grafica NVIDIA Quadro 5000.

Infine, la workstation HP Z820 è stata progettata per le esigenze grafiche più avanzate e che richiedono maggiori capacità di elaborazione. Secondo i manager HP risulta dunque indicata per chi utilizza applicazioni CAD, mediche, di engineering, per i media e l’industria dell’intrattenimento. La Z820 supporta fino a 16 core, un massimo di 512 GB di memoria ECC, 14 terabyte (TB) per l’archiviazione ad alta velocità e doppia scheda grafica NVIDIA Quadro 6000.

 
JoomlaWatch Stats 1.2.7 by Matej Koval