logo
Con Avaya dalla Unifed Communication alla Universal Communication, passando per il Cloud Stampa E-mail
Scritto da Giuseppe Saccardi   
Martedì 03 Aprile 2012 17:41

Gianluca Attura 

 

Indubbiamente i problemi per i manager aziendali in questa fase economica sono consistenti, e lo sono anche per il CIO che deve assicurare e garantire i servizi di comunicazione cercando di far quadrare il risicato budget con la gestione, di complessità crescente, delle infrastrutture ICT. Sembra un’affermazione esagerata? Purtroppo non lo è. E la soluzione, ritiene Avaya, risiede nel Cloud.

Per evidenziare la complessità dellla comunicazione basta pensare che ora un Pbx non è più un box fisico con i suoi standard, delle connessioni che si possono toccare con mano, con dispositivi realizzati espressamente per connettersi solo con lui, ma bensì può prendere la forma di un software che risiede su uno o più server virtuali che si trovano da qualche parte all’interno di uno dei rack di un data center, e nonsempre il medesimo, e che i dispositivi possono essere sia connessi alla Lan aziendale a poche decine di metri di distanza, così come dall’altra parte del mondo ed avere l’aspetto di piccoli tablet, o di un iPad, che accede tramite reti di nuova generazione fisse o mobili, o il cui proprietario decide di partecipare a una sessione di videoconfernza multi-party gestita tramite un sofwtare che si trova presso un gestore il cui data center si trova in UK e lo storage a qualche migliaio di chilometri di distanza.
Il dilemma del momento è riassunto molto bene da quanto osservato da Gianluca Attura,
Amministratore Delegato di Avaya Italia, in un convegno organizzato dalla società e il cui tema centrale è stato il come affrontare le sfide che si pongono alle aziende.
“Dobbiamo ridurre i costi ma dobbiamo farlo evolvendo”, ha evidenziato Attura, “per questo abbiamo sviluppato il concetto di Universal Collaboration, che va oltre quello precedente di Unified Communication e integra in una struttura unica tutti i servizi di comunicazione che necessitano ad un’azienda e il cloud”.
La vision di Avaya per una comunicazione sempre più universale si è tradotta in una strategia per il “Collaborative Cloud” che è volta a rendere possibile realizzare progetti basati su tecnologia cloud per la collaborazione tramite i prodotti e i servizi disponibili nel portfolio Avaya per le reti dati, i Contact Center e le Unified Communication.
Il portfolio “Avaya Collaborative Cloud” costituisce, evidenzia Avaya, una architettura fortemente integrata e scalabile basata su standard aperti che può essere usata per sviluppare applicazioni di comunicazione in ambito cloud e specifiche per i diversi ambienti industriali e dei servizi. Tramite le piattaforme di rete i servizi possono poi essere erogati in qualsiasi punto dell’azienda e essere accessibili sia tramite reti fisse che mobili in una modalità che permette di disporre della medesima user experience.

 

Il Collaborative Cloud

Sotto il profilo applicativo la soluzione “Collaborative Cloud” consente di realizzare ed erogare alle aziende applicazioni e servizi di comunicazione e collaborazione attraverso modelli di cloud pubblici, privati quando la riservatezza e sicurezza delle comunicazioni deve essere assoluta o, per applicazioni non particolarmente critiche, di tipo ibrido.
Il campo di utilizzo è molto ampio. Avaya Collaborative Cloud permette ai clienti della società, ai suoi partner e ai service provider e sviluppatori di utilizzare, creare, fornire e perfezionare soluzioni di collaborazione cloud-based avvalendosi delle applicazioni, delle piattaforme e dell'infrastruttura Avaya. Peraltro, la soluzione comprende una vasta gamma di opzioni d'uso e di modalità implementative “cloud-based” che ha ideato per far fronte alle esigenze specifiche dei diversi segmenti di mercato.
Disponibile all’intermo della piattaforma Collaborative Cloud è AvayaLive, una suite di soluzioni disponibili su cloud pubblici che include AvayaLive Connect e una nuova edizione di AvayaLive Engage
AvayaLive Connect è una applicazione di Unified Communication altamente integrata pensata per le piccole aziende che riunisce un’ampia casistica di media di comunicazione, tra i quali voce, teleconferenza, messaging, video, mobilità e presenza. Supporta Pc, Apple Mac, iOS e dispositivi Android, in un contesto distribuito di uffici e dipendenti mobili e remoti. L'intera soluzione può essere ordinata, scaricata e utilizzata attraverso il Web. AvayaLive Connect è attualmente in fase di test e dovrebbe essere commercialmente disponibile sul mercato, inizialmente statunitense, entro metà 2012.
AvayaLive Engage è invece un prodotto già noto con il nome di web.alive, un ambiente di “immersive communication” Web-based a cui sono state però aggiunte ulteriori caratteristiche e funzionalità. La soluzione permette ai partecipanti di adoperare avatar personalizzati in un ambiente 3D per svolgere attività collaborative come riunioni, sessioni creative, servizi di vendita, assistenza ai clienti, recruiting o formazione del personale. In particolare, le nuove funzioni di AvayaLive Engage comprendono il supporto dei sistemi operativi Apple Mac OSX e dei browser Safari, collaborazione e conferenze con video, streaming con condivisione e riproduzione sincronizzata del video, maggiori tool di collaborazione.
AvayaLive Connect e AvayaLive Engage rappresentano, nella strategia Avaya, solo i primi passi della roadmap che ha ideato per il cloud ed i primi di una varietà di servizi cloud pubblici che verranno proposti su AvayaLive.com. Ulteriori componenti di Avaya Collaborative Cloud, in termini di nuove soluzioni, nuove offerte e nuovi partner. verranno aggiunti nel corso dell'anno.
“AvayaLive Connect si è rivelata la miglior soluzione per supportare tutte le nostre esigenze: per una forza lavoro mobile che deve collegarsi mediante telefoni cellulari; per un nuovo punto vendita nel quale dobbiamo apparire come se fossimo fisicamente presenti sul posto; e per le teleconferenze con i volontari e i dirigenti. AvayaLive Connect ci permette di fare tutto questo e molto altro ancora. L'installazione è stata semplicissima, quasi istantanea; ci consente di essere più produttivi e ci fornisce una soluzione intuitiva a quello che era un problema molto complesso”, ha commentato Brenda Gould, Executive Director di Habitat for Humanity, società americana con sede in Massachusetts.

 

Una rete per il cloud aziendale

Il cloud è un ottimo concetto astratto che però richiede una infrastruttura abilitante di comunicazione sicura e efficace, soprattutto se si tratta di un cloud ibrido o privato di livello enterprise. La risposta per le esigenze di aziende e service provider, osserva Avaya, può consistere nella sua piattaforma di rete Avaya Virtual Enterprise Network Architecture (VENA) e Avaya Aura. Avaya VENA permette alle aziende o alle società di hosting di creare infrastrutture cloud private basate su standard che possono essere estese all'intero ambito enterprise a partire dal data center per arrivare fino al desktop. Avaya Aura è invece una piattaforma di comunicazione che consente di centralizzare ed erogare applicazioni di unified communication e di contact center.

 

Videocomunicare nel cloud

Per facilitare la videocomunicazione via Cloud, Avaya ha avviato una stretta collaborazione con aziende come Orix Rentec, azienda giapponese specializzata nel noleggio e nel leasing di apparecchiature high tech. Le due società hanno siglato un accordo per la soluzione di videocollaborazione Avaya basata sulla Avaya Flare Experience. In base all’accordo, ORIX Rentec renderà disponibile Avaya Flare Experience Cloud Service, uno dei primi servizi al mondo che permette di utilizzare Avaya Flare Experience sotto forma di offerta cloud-based. Il servizio si propone di permettere alle aziende di adottare velocemente una soluzione sicura per la collaborazione con costi di avviamento limitati e senza dover possedere né gestire una propria infrastruttura.

 

 
JoomlaWatch Stats 1.2.7 by Matej Koval